Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 29 Novembre  2020  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Contrassegno SIAE da apporre sui supporti

Nella G.U. n. 80 del 6 aprile 2009 è stato pubblicato il D.P.C.M. n. 31 del 23 febbraio 2009 contenente la disciplina del contrassegno SIAE da apporre sui supporti contenenti programmi per elaboratore o multimediali, nonché su ogni supporto contenente suoni, voci o immagini in movimento, che reca la fissazione di opere o di parti di opere tra quelle indicate nella legge sul diritto d’autore, destinati ad essere posti in commercio o ceduti in uso a qualunque titolo a fine di lucro
Dunque dal 21 aprile 2009 è tornato ad avere efficacia l’obbligo di apposizione del bollino SIAE sui supporti indicati dall’art. 181-bis della legge n. 633/1941, nonché le disposizioni penali collegate alla mancata apposizione del medesimo.

Per quanto riguarda i supporti prodotti precedentemente a tale data, essi sono legittimamente circolanti se conformi alla legislazione vigente in materia in quel momento.
Con riferimento ai supporti prodotti dopo l’entrata in vigore della L. 248/2000 e fino all’entrata in vigore del DPCM in oggetto, il medesimo afferma che gli stessi devono invece essere conformi alle disposizioni regolamentari di cui al DPCM n. 338/2001 e successive modifiche ed integrazioni.

In data 24 aprile 2009 la SIAE è intervenuta con una nota esplicativa al fine di chiarire la posizione dei soggetti in possesso di supporti che, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia Europea, sono stati distribuiti regolarmente pur in assenza di bollino.
Infatti, in tale sede, la SIAE ha preso atto della circostanza che nel periodo intercorrente tra la sentenza della Corte di Giustizia Europea - che eliminava l’obbligo di apporre il contrassegno - e la data di entrata in vigore del DPCM n. 31/2009 - che ripristina tale obbligo - sono stati legittimamente messi in commercio supporti privi di bollino la cui vendita deve ritenersi lecita.

La SIAE ha, quindi, reso noto che “Al solo fine di evitare possibili disagi agli esercenti che ne sono ancora in possesso ed ai consumatori, la SIAE è disponibile, su richiesta, a fornire gratuitamente e in tempi rapidissimi appositi bollini “sostitutivi” che attestino che il supporto è stato immesso in circolazione anteriormente alla entrata in vigore del Regolamento. Pertanto, in tutte le Sedi e le Filiali della SIAE è possibile richiedere senza alcun onere tali bollini “sostitutivi” da apporre su quei supporti che sono stati prodotti o importati nel periodo in cui il bollino non era obbligatorio. Le richieste potranno essere inoltrate alla SIAE sia attraverso gli uffici più vicini, sia via mail, consultando gli indirizzi sul sito www.siae.it. La SIAE, non appena svolte le necessarie verifiche, provvederà con urgenza alla consegna dei bollini tramite le proprie Sedi.”