Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 29 Novembre  2020  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


POR-FESR, un nuovo bando regionale per le piccole imprese

Con delibera di Giunta regionale n. 445 del 6 aprile 2009 è stato approvato il bando a favore delle piccole imprese in attuazione della attività che prevede interventi per lo sviluppo e la qualificazione delle attività a supporto della fruibilità del patrimonio culturale ed ambientale.

La attività prevede la incentivazione di interventi rivolti ad imprese, singole o associate, operanti nei settori del commercio, dei servizi e del turismo strettamente connessi agli interventi di sviluppo realizzati da soggetti pubblici.

Gli interventi dovranno essere realizzati nelle aree indicate nei Programmi di Valorizzazione Territoriale Provinciale (PVPT) o in alternativa dovrà essere comprovata una stretta connessione con le linee strategiche indicate negli stessi programmi. Il grado di coerenza con i PVPT è altresì uno degli elementi di valutazione più importanti per determinare la graduatoria dei progetti. È indispensabile quindi che prima della presentazione della domanda si verifichino i contenuti del PVPT della Provincia ove si intende realizzare l intervento.

Tra gli interventi ammessi dal bando: realizzazione, recupero, trasformazione, ristrutturazione, ampliamento, riqualificazione, ammodernamento ed introduzione di innovazioni connesse con la attività svolta; la attivazione o riqualificazione di esercizi polifunzionali; la introduzione e lo sviluppo di servizi on line e del commercio elettronico.
La agevolazione consiste in un contributo in conto capitale dal 30% al 50% della spesa ammessa concesso secondo la regola de minimis.
Per quanto riguarda il turismo, i soggetti che realizzano gli interventi previsti nell allegato B che possono fare domanda sono: le piccole imprese aventi sede legale o unità locale nella Regione Emilia-Romagna; le A.T.I Associazioni Temporanee di Imprese costituite tra Piccole Imprese, con sede operativa nella Regione Emilia-Romagna, e composte da almeno tre piccole imprese; i Consorzi anche in forma cooperativa costituiti esclusivamente. Ed infine le imprese innovative in fase di costituzione (start up) che dovranno costituirsi e registrarsi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio competente per territorio entro e non oltre 60 giorni dalla data di concessione del contributo.

In merito ai tempi si ricorda che :
- le domande dovranno essere inviate entro il 20 luglio 2009 alla propria Provincia in cui si realizza l intervento;
- I progetti ammessi a contributo dovranno essere iniziati entro 6 mesi dal ricevimento della comunicazione di concessione a contributo;
- tutti gli interventi dovranno essere conclusi entro 18 mesi dalla data di concessione del contributo (è prevista la possibilità di proroga se richiesta alla Provincia almeno 30 giorni prima della scadenza. Potranno essere concesse proroghe per un massimo di 90 giorni).
In merito alla tipologia del contributo si ricorda che:
- il contributo è in conto capitale;
- il limite massimo del contributo è del 50% della spesa ammessa;
- il limite massimo del contributo non può superare i 200.000 euro;
- il limite minimo del contributo è del 30% della spesa ammessa;
- I progetti con spesa ammissibile inferiore a € 30.000,00 non sono finanziabili.