Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 29 Novembre  2020  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Benessere animale: le proposte di AISAD

Alla Conferenza Zoomark di Bologna, AISAD, l’Associazione delle Imprese del Settore Animali Domestici, aderente alla Confesercenti, ha segnalato le seguenti problematiche:

- Necessità di un maggiore controllo sui canali di vendita degli animali da compagnia non abilitati: in Italia, infatti, i negozi autorizzati detengono solo una percentuale modesta delle vendite, mentre sempre più spazio acquista il commercio on-line o tramite inserzioni in riviste, nonché la donazione (che spesso nasconde cessioni a titolo oneroso non documentate). Tali modalità di trasferimento della proprietà degli animali sono sottratte a qualsiasi tipo di controllo e di verifica della liceità della provenienza e, quindi, oltre a procurare un grave danno economico agli esercizi commerciali autorizzati, comportano altissimi rischi igienico sanitari per le persone e gli animali nonché problemi legati all’abbandono e al randagismo;

- Applicazione uniforme su tutto il territorio nazionale della normativa a tutela del benessere animale;

- Importanza di campagne informative dirette a favorire un acquisto consapevole degli animali da compagnia, anche tramite la diffusione da parte dei Pet Shop di manuali che illustrino le peculiarità e le esigenze delle varie razze vendute;

- Necessità di incrementare e sviluppare il funzionamento dell’Anagrafe degli animali più significativi, quella canina, degli uccelli, già realizzata ma solo da normare, quella delle tartarughe Terrestri in fase di studio, ed altre ancora, e l’uso del microchip o anelli sui singoli soggetti, sono lo strumento efficiente, sicuro e garantista, al fine di evitare tutti quei rischi di fenomeni sopra riportati, e in particolare degli abbandoni;

- Riduzione dell’IVA sugli alimenti per gli animali dal 20 al 10%.

Infine, l’AISAD ha dichiarato che i propri associati sono disponibili a collaborare con le strutture di accoglienza degli animali, sia tramite la raccolta di cibo presso i singoli punti vendita, sia incentivando le adozioni degli animali ospitati nei canili, tramite la diffusione presso i propri clienti delle informazioni relative al numero e alle caratteristiche degli esemplari disponibili.