Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 29 Novembre  2020  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Il bilancio della Regione

Credo che la dica lunga il fatto che il fondo regionale per la non autosufficienza dotato di pi risorse rispetto allintero fondo nazionale. Lo ha detto il presidente della Regione Vasco Errani, illustrando a Bologna il Bilancio di previsione 2009, approvato dalla Giunta (entrate e spese per 14.268 milioni di euro) assieme al Piano pluriennale 2009-2011 e al Documento di politica economico e finanziaria.

La Regione, con le scelte di bilancio, vuole affrontare la crisi che sta facendo sentire i propri effetti sui conti di imprese e famiglie emiliano-romagnole, anche se in modo meno rilevante rispetto al resto del Paese. E questo nonostante una serie di scelte del Governo ha spiegato il presidente Errani assieme al vicepresidente Flavio Delbono, nel corso di una conferenza stampa, presenti anche gli assessori regionali Bissoni, Manzini, Peri e Rabboni che non affrontano concretamente i problemi reali, come ad esempio i tagli al fondo sociale, al fondo per laffitto, senza contare il grosso problema che grava sulla sanit, che sconta una previsione di finanziamento statale per il 2010 e 2011 sottostimata di almeno 7 miliardi di euro.

Limpegno della Regione volto al sostegno degli investimenti pubblici (+10,9%), infrastrutture in particolare. Questo per contrastare il ciclo economico negativo e per sostenere quella domanda interna che potr generare aumento della competitivit territoriale, grazie ai minori costi di insediamento delle aziende nel nostro territorio, resi possibili dal rafforzamento della rete infrastrutturale.

Inoltre saranno messi in campo importanti interventi volti al sostegno della piccola e media impresa, attraverso la tutela dellaccesso al credito, strumento indispensabile per affrontare la difficile congiuntura economica. Questi, in sintesi, gli assi portanti delle politiche finanziarie che verranno messe in campo dalla Regione, confermando cos le priorit condivise con la societ regionale e previste nel Patto per la qualit dello sviluppo.