Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 26 Settembre  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Confesercenti Emilia Romagna, positivo adeguamento legge regionale sul turismo

Le modifiche alla L.R. 7/98, deliberate dalla Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna rappresenta, ad avviso della Confesercenti Regionale, una ulteriore occasione di sviluppo del sistema turistico regionale, anche perch parte da un impianto legislativo di base ancora valido e innovativo che ha consentito la realizzazione di strategie promozionali efficaci e una buona collaborazione pubblico-privato nel settore turistico.

Confesercenti Emilia Romagna condivide in particolare l elemento di novit pi importante di questo provvedimento che la previsione dei Sistemi Turistici locali, come contesti turistici caratterizzati da una offerta integrata di beni culturali ed ambientali e di attrazioni turistiche compresi i prodotti tipici della agricoltura e dell artigianato locale e dalla presenza diffusa di imprese turistiche.

I Sistemi Turistici locali completano in maniera appropriata la legislazione turistica regionale sostiene Stefano Bollettinari Segretario regionale della Confesercenti perch vincente la logica della offerta turistica integrata e la valorizzazione dei prodotti, dei territori e delle eccellenze e significa aumentare la competitivit, intercettando una domanda turistica sempre pi alla ricerca di una molteplicit di motivazioni quando sceglie una destinazione.

Occorrono per alcune condizioni essenziali continua Bollettinari per realizzare gli obiettivi indicati nella nuova legge regionale per quanto riguarda i Sistemi Turistici locali: la disponibilit di risorse finanziarie aggiuntive, anche nazionali e la chiarezza nelle finalit, che devono riguardare particolarmente, valorizzazione del territorio, interventi infrastrutturali di riqualificazione dell offerta, di sostegno alla aggregazione e alla riqualificazione delle imprese turistiche e non diventare di fatto strumenti di mera promozione per evitare sovrapposizioni con gli strumenti esistenti, privilegiando una visione dei Sistemi Turistici locali come progetti e non come strutture e minimizzando quindi i costi organizzativi.