Scegli Confesercenti per la tua impresa Giovedì 25 Febbraio  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


AGGRESSIONE DI CANI

Il Ministero della Salute ha emanato disposizioni per la tutela della incolumit pubblica dalla aggressione di cani.

vietato in particolare l addestramento inteso ad esaltare la aggressivit dei cani o ad accrescere il pericolo di maggiore aggressivit nei cani appartenenti ad incroci o alle razze a rischio.

vietata altres qualsiasi operazione di selezione o di incrocio tra razze di cani con lo scopo di sviluppare la aggressivit; vietato sottoporre i cani a doping, cos come sono vietati gli interventi chirurgici destinati a modificare l aspetto di un cane, o finalizzati ad altri scopi non curativi (taglio della coda, taglio delle orecchie, recisione delle corde vocali).

La finalit del provvedimento descritto consiste nella esigenza di adottare urgentemente, in attesa della emanazione di una disciplina normativa organica in materia, le opportune disposizioni cautelari a tutela della salute pubblica.

Peraltro il Ministero della salute, con ordinanza in esame, fa presente che la condotta di chiunque usi collari elettrici sui cani punibile come maltrattamento ai sensi della legge 20 luglio 2004, n. 189.

Considerati inoltre gli episodi di aggressione alle persone da parte di cani, il Ministero sancisce che i proprietari e i detentori di cani hanno obbligo di applicare la museruola o il guinzaglio ai cani quando si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico, mentre ai cani condotti nei locali pubblici e sui pubblici mezzi di trasporto devono essere applicati sia la museruola che il guinzaglio (non ai cani per non vedenti o non udenti, addestrati come cani guida).