Scegli Confesercenti per la tua impresa Giovedì 25 Febbraio  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Enit: trend in ascesa per il turismo italiano

Trend in ascesa per il turismo italiano. Segnali positivi rilevati da Enit, Agenzia nazionale del turismo attraverso il suo presidente Umberto Paolucci che parla di una significativa inversione di tendenza nei primi 9 mesi del 2006 per quanto riguarda i ricavi valutari con +7,4%, secondo le rilevazioni Uic.

Un dato incoraggiante per il superamento dei livelli storici raggiunti nel 2000 quando il comparto registr 30 miliardi di euro di ricavi dal turismo estero.

Paolucci non nasconde la sua propria preoccupazione a gestire un ente pubblico dove da anni non si pu assumere ma si pu fare ricorso alla flessibilit e alla mobilit.

La indagine condotta dagli Uffici esteri dello stesso Enit ha evidenziato il bacino Est Europa quale area a maggiore potenziale di sviluppo e da cui si prevedono gli incrementi maggiori, fino a superare il 20%, rispetto allo scorso anno, da parte di Russia e Polonia.

I turisti dell Est prediligono soggiorni lunghi (5-10 giorni) in montagna e nelle grandi citt d arte e si dirigono in prevalenza verso Trentino Alto Adige, Valle di Aosta, Veneto, Lazio e Toscana.

Buone prospettive anche dai mercati tradizionali, tra cui Regno Unito, Svizzera, Germania, Francia e Spagna. Il Regno Unito, in particolare, evidenzia incrementi consistenti da parte di alcuni operatori (oltre il 20%), anche in virt di una offerta sempre pi differenziata riferita ai prodotti maggiormente richiesti, quali montagna, citt di arte, campagna e centri minori, con una spiccata preferenza per le Regioni Lazio, Veneto, Lombardia, Piemonte e Trentino Alto Adige.

Degno di nota anche il trend positivo segnalato dal mercato tedesco (+6%), in recupero sulle perdite registrate negli scorsi anni e rivolto in prevalenza alle citt di arte, con Roma in testa, e alle localit di montagna.

Spagna e Austria si distinguono, invece, per il massiccio ricorso alla prenotazione last minute. Stazionari i flussi provenienti da Belgio, Lussemburgo, Portogallo e area scandinava. I circuiti culturali si collocano al top delle preferenze dei turisti provenienti da oltreoceano, seguiti dalle vacanze alla insegna della pratica sportiva e del benessere, in corrispondenza di tempi di permanenza mediamente pi elevati (dai 5 ai 15 giorni). Ottime prospettive anche dai mercati pi lontani, con Australia e Nuova Zelanda in crescita del 17% rispetto anno scorso, mentre si prevedono flussi stabili da Giappone e Cina.