Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 28 Febbraio  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Regione Emilia Romagna, tre priorit nella legge tributaria 2007: anziani, salute, economia

Ci che stiamo proponendo una scelta di governo responsabile, tesa ad affrontare i problemi della nostra comunit. Il contributo che chiediamo ai cittadini servir per nuovi servizi e per imprimere pi qualit ai nostri investimenti.
Cos il presidente Vasco Errani intervenuto nel dibattito sulla legge tributaria, attraverso la quale la Regione reperir 240 milioni di risorse aggiuntive da destinare al Fondo per le persone non autosufficienti, al sistema sanitario e al completamento dei programmi di investimento in campo economico e sociale.
Errani, richiamando dati e indagini che consegnano allEmilia Romagna numerosi primati in campo economico e sociale, ha per aggiunto che, nei prossimi quattro anni, dobbiamo fare un salto di qualit nellinnovazione e affrontare tre grandi questioni, decisive per il futuro della regione: linvecchiamento della popolazione, limmigrazione, la sfida delleconomia della conoscenza. Col bilancio 2007 prende avvio quella che Errani ha definito una strategia di legislatura.
Loperazione fiscale contenuta nella legge tributaria interviene su due leve tributarie: Irpef (180 milioni la previsione di incasso) e Irap (60 milioni).
La nuova aliquota Irap salir dal 4,25% al 5,25% e laumento interesser un numero limitato di imprese, che sono quelle dei comparti finanziario, assicurativo, petrolifero, energetico e delle comunicazioni.
Per laddizionale Irpef si scelto di procedere in modo progressivo, escludendo comunque i contribuenti dellattuale no tax area, redditi fino a 7.500 euro e pensionati fino a 7.000 euro.
La Regione Emilia Romagna non solo non ha proceduto ad aumenti di aliquote dal 1999, ma ha eliminato nel 2000 laddizionale sul bollo auto e nel 2002 ridotto lIrap per le cooperative sociali, le Onlus e le Ong.
Fra le spese correnti oltre l81,2% destinato al sostegno del settore sanit e sociale, mentre il 51,3% delle spese complessive per investimento indirizzato alla tutela del territorio, allambiente e allo sviluppo delle infrastrutture.