Scegli Confesercenti per la tua impresa Giovedì 25 Febbraio  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


ELENCO CLIENTI E FORNITORI. OBBLIGO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE

Dal 1 gennaio 2007 tutti i soggetti titolari di partita Iva dovranno inviare obbligatoriamente in via telematica allAgenzia delle Entrate lelenco dei soggetti nei confronti dei quali sono state emesse fatture (clienti) e lelenco dei soggetti dai quali sono stati effettuati acquisti (fornitori).

Pertanto in relazione alle fatture emesse a partire dal 1 gennaio 2007 dovranno essere recuperati i dati relativi a tutti i soggetti (anche privati) nei cui confronti verr emessa fattura.

Con riferimento ai fornitori, invece, prevista lindicazione dei soli soggetti titolari di partita Iva da cui sono stati effettuati acquisti rilevanti ai fini Iva.

Negli elenchi clienti e fornitori andranno indicati il codice fiscale e limporto complessivo delle operazioni effettuate, tenendo conto delle variazioni in aumento e in diminuzione (evidenziando limponibile, limposta, le operazioni non imponibili e quelle esenti).

Con riferimento alla richiesta del codice fiscale sia dei fornitori che dei clienti si forniscono le seguenti indicazioni:

dal 1 gennaio 2007 tale dato dovr essere fornito sia per i soggetti titolari di partita Iva che per i privati nei cui confronti vengono emesse fatture;

con riferimento ai soggetti diversi dalle persone fisiche (societ, studi associati, enti non commerciali) si osserva che non sempre il numero di partita Iva coincide con il codice fiscale. Ad esempio:

- per i soggetti costituiti prima del 01.01.2002, lo spostamento del domicilio fiscale in altra provincia determinava la modifica della partita Iva rispetto al codice fiscale;

- per gli enti non commerciali lapertura della partita Iva in un momento successivo rispetto alla loro costituzione determina lattribuzione di un numero di partita Iva diverso da quello del codice fiscale.

Si raccomanda, pertanto, sia in relazione alle fatture emesse che a quelle ricevute, di reperire correttamente il dato del codice fiscale, al fine di poter assolvere correttamente allobbligo di trasmissione dellelenco clienti e fornitori, senza incorrere in sanzioni;

riguardo al reperimento del codice fiscale delle persone fisiche (per il 2006 solo dei clienti e fornitori titolari di partita Iva e dal 2007 anche con riferimento ai clienti non titolari di partita Iva) va segnalata la necessit di ottenere oltre al numero di codice fiscale anche gli elementi che consentono di calcolarlo (nome, cognome, luogo e data di nascita); ci al fine di evitare errori nella compilazione degli elenchi clienti e fornitori.