Scegli Confesercenti per la tua impresa Martedì 18 Maggio  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


PIANO SPIAGGIA, PROVIAMO A INDICARE GLI OBIETTIVI. La posizione della Confesercenti del comune di Rimini attraverso lintervento del presidente Clementino Ripa

In vista dellapprovazione del Piano di Spiaggia, quali obiettivi si dovrebbe prefiggere lAmministrazione Comunale di Rimini con questo nuovo provvedimento?

Ritengo spiega Clementino Ripa, presidente della Confesercenti comunale e portavoce della Cooperativa pubblici esercizi di spiaggia che per raggiungere un risultato ottimale il comune denominatore debba risiedere in una pi ampia concertazione e in una pi stringente tutela del territorio. Questo binomio assicurerebbe garanzia di traguardo.

La scelta strategica pi importante dovr coincidere con la ricerca di una migliore qualit ambientale. Ad iniziare dalla riqualificazione del lungomare con conseguente eliminazione dellinquinamento acustico e atmosferico causato dai veicoli a motore nonch da un piano dei parcheggi importante.

Questultimo aspetto riveste un particolare significato a causa della chiusura di tre passaggi a livello (Rimembranze, Via Lagomaggio e Via Pascoli) e in previsione di una circolazione a stanze che richieder un forte scarico del traffico e dei relativi posti-auto a monte della ferrovia.

Sulle fasce A e B dellarenile quelle per lombreggio ed i servizi lAmministrazione dovr intervenire favorendo grazie a premi importanti laggregazione fra stabilimenti. Ci sar fondamentale per alimentare nuovi motori economici utili allincentivazione di forti capacit dinvestimento.

Quale ruolo dovrebbero ricoprire i concessionari in questa nuova prospettiva? E quali nuove attivit ritiene compatibili?

I ruoli nella realt riminese sono gi ben definiti. La novit lo stabilimento balneare, frutto della convergenza di pi operatori. In questo modo si raggrupperebbero situazioni oggi frammentate e ripetitive o servizi incompleti e di modeste dimensioni. Da qui luso ottimale del territorio, permettendo maggiore razionalit ed efficienza.

Il pubblico esercizio che oggi riesce, non senza difficolt, ad intercettare e soddisfare le esigenze del cliente-turista, lo specchio fedele di cosa dovr essere un servizio efficiente. Del resto, mi chiedo quanto tempo ancora, e in che percentuale, il turista che risiede in albergo sar disposto al rientro del mezzogiorno per il pranzo interrompendo, di fatto, la giornata in spiaggia!

E quanto ancora i nostri hotel, con le nuove regole europee, potranno garantire sia il pranzo sia la cena con gli alti costi ed i problemi gestionali che questi comportano! Penso, infine, alla possibilit di fruire della spiaggia e del lungomare nelle ore serali e notturne.

Aggregazione: come e perch?

LAmministrazione Comunale, una volta realizzato il nuovo modello di stabilimento balneare, dovrebbe lasciare agli operatori di spiaggia la facolt di scegliere la formula gestionale pi idonea.

In attesa del nuovo Piano di Spiaggia, quali interventi potrebbero essere consentiti sulle strutture esistenti?

E impensabile uningessatura dellesistente. La manutenzione ordinaria dovr essere consentita onde adeguare le strutture ai requisiti minimi necessari.