Scegli Confesercenti per la tua impresa Martedì 18 Maggio  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Commercio di alimenti e bevande sulle aree pubbliche. La Regione approva le linee di indirizzo per vigilare sullordinanza ministeriale

Una delibera che accoglie in pieno le nostre indicazioni. Un risultato positivo raggiunto grazie al nostro impegno. Cos si esprime lANVA-Confesercenti allindomani dellapprovazione, da parte della Regione, delle linee dindirizzo per la vigilanza sullapplicazione dellordinanza ministeriale (oggetto: commercio di alimenti e bevande sulle aree pubbliche).

Il testo prodotto spiega in una nota lANVA dipana alcune questioni di carattere fondamentale che potevano essere di difficilissima e problematica soluzione. In prima battuta lobbligo, da parte degli operatori, di essere dotati di locali da adibire a deposito degli alimenti.

Come indicato nellordinanza, questi locali avrebbero dovuto possedere, oltre che precisissime caratteristiche strutturali, anche la relativa autorizzazione sanitaria, nonch una chiara destinazione duso. La Regione dice invece che non occorre una autorizzazione sanitaria per tali locali, ma che questi devono essere solo indicati nellautorizzazione generale abilitante alla vendita e/o somministrazione.

Locali che possono altres coincidere con spazi posti nellambito della residenza delloperatore (in mancanza di ambienti ad hoc, consentito che il negozio mobile funzioni quale deposito, purch venga individuato un punto di ricovero con presenza di corrente elettrica accessibile e solo in caso di conservazione di prodotti deperibili, ndr).

Inoltre, viene chiarito quale sia lAusl competente al rilascio delle autorizzazioni che sar, appunto, sempre quella di residenza (o sede legale) dellimpresa.

Ci conclude ANVA pure per le attrezzature temporanee ed i banchi a terra, al contrario di quanto avveniva in passato dove per ogni Comune occorreva presentare la singola richiesta.