Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 29 Novembre  2020  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


RIDUZIONE DELL’ACRILAMMIDE NEGLI ALIMENTI

Si comunica che in data 13 giugno u.s., il Ministero della Salute ha convocato le Associazioni di categoria che rappresentano i settori interessati al fine di esporre risultati analitici per l’anno 2013 sulla presenza di acrilammide negli alimenti e di valutare, con la collaborazione degli operatori del settore, quali possono essere gli strumenti piů efficaci per ridurre la formazione di tale sostanza durante il processo di produzione degli alimenti.
L’acrilammide č un composto chimico che si forma negli alimenti, solitamente nei prodotti amidacei, durante la cottura (frittura, cottura al forno e alla griglia) ad alta temperatura.
Questa sostanza si forma a partire da alcuni zuccheri e da un amminoacido, entrambi presenti naturalmente negli alimenti.
La sua prima scoperta negli alimenti risale all’aprile del 2002, ma con ogni probabilitŕ le persone sono state esposte a questa sostanza tramite la dieta fin da quando l'uomo ha cominciato a cuocere i cibi. La presenza di acrilammide č stata rilevata in prodotti quali patatine, patate fritte a bastoncino, pane, cereali per la prima colazione, crackers, fette biscottate, biscotti e caffč.
Dal momento che l’acrilammide č stata classificata come sostanza potenzialmente cancerogena, gli esperti a livello mondiale hanno raccomandato una riduzione del suo tenore negli alimenti, dati i timori che questa sostanza suscita sotto il profilo della sicurezza.