Scegli Confesercenti per la tua impresa Martedì 21 Maggio  2019  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


TARES - Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi

Dal 1° gennaio 2013 è istituito il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, denominato Tares, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento svolto in regime di privativa dai Comuni e dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni.
Con l'entrata in vigore del nuovo tributo, sono soppressi tutti i vigenti prelievi relativi alla gestione dei rifiuti urbani, sia di natura patrimoniale che tributaria, compresa l'addizionale ex-ECA.
Il nuovo tributo deve essere corrisposto in base a tariffa commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte sulla base dei criteri determinati con il regolamento di cui al DPR 158/1999.
La superficie assoggettabile al tributo è quella calpestabile dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati. In sede di prima applicazione del tributo si considerano le superfici già dichiarate o accertate ai fini della precedente tassazione.
Alla tariffa sopracitata, i Comuni devono applicare una maggiorazione statale pari a 0,30 euro per metro quadrato a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili del Comune, quali illuminazione pubblica, istruzione pubblica, manutenzione del verde e delle strade, ecc. Il tributo e la maggiorazione sono versati esclusivamente ai Comuni.
Per il 2013 è stata temporaneamente sospesa la bollettazione riferita all’anno in corso poiché il termine di versamento della prima rata è stato posticipato a luglio dalla Legge 1° febbraio 2013, n. 11 in sede di conversione del decreto legge 14 gennaio 2013, n. 1.
I Comuni si sono organizzati per gestire il nuovo tributo insieme ad Hera, a cui si potrà quindi continuare, anche per il 2013, a fare riferimento per informazioni, consegna denunce, richieste, ecc. (sportello al pubblico in via Chiabrera, numero verde 800 999 500 per le famiglie e 800 999 700 per le aziende).




Emilia Romagna Welcome - IL PORTALE DEDICATO AL TURISMO IN EMILIA ROMAGNA IL PIANO STRATEGICO - Cambia la tua città Rete Imprese Italia VADEMECUM DELL'ACQUISTO ALIMENTARE Tu Chiedi, Consumer risponde: 10 tappe nelle città