Scegli Confesercenti per la tua impresa Domenica 26 Settembre  2021  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


L’enogastronomia come fattore di sviluppo turistico in Emilia Romagna

Si è svolto a Bologna presso il ristorante Ciacco l’incontro organizzato da Confesercenti E.R. per presentare il rapporto “L’enogastronomia come fattore di sviluppo turistico in Emilia Romagna” commissionato dall’Osservatorio turistico regionale della Regione E.R. al Centro Studi Turistici di Firenze.
Erano presenti, Maurizio Melucci, assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna, Alessandro Tortelli, direttore Centro Studi Turistici di Firenze, Roberto Manzoni, presidente di Confesercenti E.R., Stefano Bollettinari, direttore di Confesercenti E.R.
Dall’indagine qualitativa effettuata presso un campione di ristoratori regionali scaturisce un giudizio sull’offerta più che positivo. Le scelte strategiche degli operatori posizionano la ristorazione dell’Emilia Romagna su uno standard di cucina prevalentemente “tradizionale”, con proposte incentrate sulla valorizzazione dei piatti e dei prodotti tipici, quasi a rafforzare i segni distintivi dei diversi territori.
Un altro aspetto che emerge con forza è il livello dei prezzi praticati, che in un periodo in cui si registra una diminuzione generalizzata della domanda a causa della persistente crisi economica, fa trasparire un’apprezzabile strategia di marketing che ha puntato al contenimento dei prezzi, agendo contemporaneamente sulla qualità e sulla valorizzazione delle tipicità.
Il risultato è senza dubbio eccellente, se consideriamo che le leve migliori per caratterizzare l’offerta e per incrementare la produttività del settore sono proprio la “qualità” e la “tipicità”. Inoltre, è stata rilevata una diffusa sensibilità verso un arricchimento dell’offerta: il 51,3% degli intervistati propone, unitamente a quello tradizionale, anche un menù di degustazione dei piatti tipici, da rinnovare a seconda delle stagioni o di particolari eventi.