Scegli Confesercenti per la tua impresa Martedì 20 Agosto  2019  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


L’angolino BIO

L’azienda I Fattori, il forno di Via Flaminia, n. 41 che produce pane e prodotti da forno certificati bio, associato Confesercenti, ha collaborato alla organizzazione, nella domenica del 17 marzo scorso, dell’incontro pubblico “Il Grano Antico”, promosso dalla Cooperativa Agricola Gino Girolomoni, storica e meravigliosa realtà del biologico in Italia, rivolto a tutte le aziende, operanti sia nel settore del commercio e dei pubblici esercizi, che nel settore alberghiero, interessate a conoscere e utilizzare i prodotti, in primis, pane e pasta, realizzati con i grani antichi.
Chi è stato mosso dall’impulso e dall’interesse di avvicinarsi alla conoscenza di questa incantevole realtà, ha visto aprirsi davanti a sé il racconto delle caratteristiche e dei vantaggi di queste tipologie di grano, rigorosamente bio, che sembravano ormai dimenticate e che non hanno subito interventi di selezione da parte dell’uomo nel corso del tempo, rimanendo ancora come in origine: dal Graziella Ra al Senatore Cappelli, fino ad arrivare al Farro Triticum Dicoccum, materie prime diverse, nate tutte con l’unico obiettivo di produrre paste che si distinguono nel sapore e nei valori nutrizionali.
I Fattori, che ci onoriamo di annoverare fra i nostri iscritti, hanno ricevuto l’utilizzo esclusivo del cereale Graziella RA, prodotto dalla Cooperativa Agricola Gino Girolomoni, per la produzione del pane e dei prodotti da forno, rigorosamente realizzati con lievito madre, metodo fattori, che vuol dire curato e rinfrescato come un bimbo dalle mani di ogni singolo partecipante alla lavorazione, che contribuisce in tal modo, nel far bene la propria parte, ad unirsi al contributo di tutti affinché venga prodotto il pane che arriverà sulla nostra tavola, vero e sano nutrimento del nostro corpo e dei nostri figli.
All’incontro sono state presenti anche altre valide aziende del nostro territorio, produttrici di olio, vino, marmellate ed altri prodotti a Km. 0, che hanno portato la propria lodevole ed impegnativa esperienza sul valore dell’alimentazione biologica, a tutela della salute e del benessere, senza dimenticare l’importanza del gusto, anzi, riportando valore al buon gusto di un tempo.
Concludiamo esprimendo il desiderio che il faticoso percorso dell’agricoltura biologica, spesso aspro e poco gratificante, trovi il proprio completamento nell’accoglimento e nella valorizzazione del prodotto da parte di chi lo trasforma senza adulterarlo, rendendo pienamente onore e rispetto alla nostra terra.
Bello e auspicabile sarebbe se, all’interno di Confesercenti nascessero aziende che, nel commercio come nella somministrazione, si riconoscessero nello stesso pensiero, apparentemente nuovo, in verità antico.




Emilia Romagna Welcome - IL PORTALE DEDICATO AL TURISMO IN EMILIA ROMAGNA IL PIANO STRATEGICO - Cambia la tua città Rete Imprese Italia VADEMECUM DELL'ACQUISTO ALIMENTARE Tu Chiedi, Consumer risponde: 10 tappe nelle città