Scegli Confesercenti per la tua impresa Martedì 16 Luglio  2019  










Confesercenti informa

Provincia di Rimini


Liberalizzazioni, sondaggio Confesercenti-Ispo: “53% italiani le ritiene utili, ma solo 49% crede avrà effetti su occupazione”

Il decreto liberalizzazioni divide l’opinione pubblica italiana. Secondo il sondaggio Confesercenti-Ispo, il provvedimento è promosso dal 53% dei cittadini: a ritenerlo abbastanza utile è il 40%, mentre per il 13% è molto utile. Per quattro italiani su 10 (il 39%), invece, il provvedimento è negativo: per il 27% è poco efficace, mentre il 12% pensa che non abbia alcuna utilità. Solo il 49% ritiene che possa incrementare i livelli occupazionali del Paese.
Liberalizzazioni: tutti conoscono il decreto…
Quasi la totalità della popolazione, ad esclusione di un 7%, ha almeno sentito parlare del decreto liberalizzazioni e la metà (49%) si dice ben informata. Si tratta soprattutto degli uomini (56% contro il 43% delle donne) e delle fasce di popolazione più istruite: tra i laureati, si dice ben informato il 79% dei laureati. Una percentuale che scende al 54% tra i diplomati, al 44% tra chi è in possesso della licenza media e al 34% tra chi ha terminato la sua istruzione al ciclo di studi elementare.
…ma non tutti sono d’accordo sui vantaggi per il cittadino
Quasi tutta la popolazione italiana conosce dunque il decreto, ma si divide sulla sua effettiva utilità. Solo il 48% degli italiani, ad esempio, è convinto che con le liberalizzazioni i cittadini avranno vantaggi sui costi dei servizi. Più di due cittadini su dieci (il 22%) pensano che la situazione rimarrà invariata, mentre il 21% crede che ci saranno degli svantaggi. Più favorevole il giudizio sull’effetto che il decreto avrà sulla disponibilità e sulla vicinanza dei servizi. In questo caso, più della metà (il 53%) vede effetti benefici. Scende di nuovo sotto la metà (al 49%) la parte di popolazione che ritiene che il provvedimento riuscirà ad accrescere i livelli occupazionali del nostro Paese.
Uffici pubblici: la liberalizzazione che gli italiani vorrebbero
Se è vero che le liberalizzazioni varate finora dividono l’opinione pubblica, altrettanto non si può dire di un’eventuale liberalizzazione degli orari degli uffici pubblici, che invece raccoglie un consenso omogeneo. Il 62% degli italiani vorrebbe che gli uffici amministrativi fossero aperti più a lungo, un’ipotesi rifiutata solo dal 27% delle persone. Per il 53% della popolazione, addirittura, la liberalizzazione è una soluzione da preferire all’online, scelto solo dl 36% degli intervistati. Tra i più convinti soprattutto gli ultra 54enni (46%), fasce di popolazione in possesso della sola licenza elementare (47%) e casalinghe (51%). Tra i fan del servizio online giovani fra i 18 e i 34 anni (43%), laureati (46%), occupati (39%) e residenti del Centro Italia (38%).




Emilia Romagna Welcome - IL PORTALE DEDICATO AL TURISMO IN EMILIA ROMAGNA IL PIANO STRATEGICO - Cambia la tua città Rete Imprese Italia VADEMECUM DELL'ACQUISTO ALIMENTARE Tu Chiedi, Consumer risponde: 10 tappe nelle città